Perchè ho abbandonato Postepay per Yap

Condividi su:

Come si evince dal titolo voglio spiegarti perchè ho abbandonato la cara vecchia Postepay per Yap.Ci tengo a precisare che questo non vuole essere un consiglio finanziario ma solo informarti dell’opportunità e dei vantaggi in termine economico tra le due carte.

GLI SVANTAGGI DELLA POSTEPAY

Come ben saprai la carta Postepay rilasciata da Poste Italiane al costo di 5€ permette di essere ricaricata solamente in un ufficio postale al costo di 1 euro o nei punti vendita SISAL 2 euro perchè non essendo fornita di codice IBAN non permette altri tipi di ricarica,sembra poco ma per chi come me usa spesso la carta di credito per acquisti online e nei negozi fisici diventa una discreta spesa.

Il secondo motivo che mi ha spinto ad abbandonare Postepay è il CashBack,ovvero un rimborso dell’importo speso che molte carte hanno.

PERCHE HO ABBANDONATO LA POSTEPAY PER YAP

La prepagata più famosa di Nexi è pensata principalmente per un’utenza giovane, che predilige gli strumenti digitali per fare acquisti e gestire il proprio denaro. Di seguito un elenco delle principali caratteristiche.

Virtuale o fisica – Yap nasce come carta virtuale da usare sullo smartphone ma, per superare alcuni limiti operativi nel “mondo fisico”, Nexi ha deciso recentemente di mettere a disposizione anche una carta fisica. È opzionale e può essere richiesta tramite app, dietro pagamento di una commissione di € 10 ma che spesso viene rilasciata gratuitamente sotto forma di regalo (IO L’HO PRESA GRATIS)

In negozio e online – Anche in assenza di una carta fisica, la prepagata digitale può essere utilizzata anche in negozio per pagare su POS attraverso Apple Pay e Google Pay, entrambi supportati e facili da collegare.

IBAN – Yap dispone di IBAN italiano per ricevere bonifici dall’Italia e dai paesi dell’area SEPA. Purtroppo non sono disponibili, almeno per il momento, i bonifici in uscita. Dunque si possono ricevere ma non inviare.

CASHBACK -La percentuale di rimborso è stabilita di volta in volta dal regolamento della promo in corso.

Attualmente, per tutti coloro che si sono registrati a YAP prima del 16/09/2019 è in corso una promozione che prevede un cashback del 20% sugli acquisti effettuati con YAP nei primi 3 mesi dalla registrazione

P2P – I trasferimenti P2P (peer-to-peer) sono molto utili per scambiarsi denaro in modo istantaneo con altri titolari della carta Yap. Per farlo è necessario autorizzare l’accesso dell’app alla rubrica.

I contatti titolari della stessa carta saranno contrassegnati da un’etichetta: si seleziona il contatto, si digita la somma da inviare o richiedere e si conferma. Il passaggio tra un utente e l’altro avviene in maniera istantanea.

Divisione spese – Nel quadro del P2P rientra la funzione di divisione delle spese. A differenza del semplice trasferimento, questa opzione consente di selezionare uno o più contatti titolari di carta Yap, digitare l’importo e la modalità di divisione: Alla romana oppure Ognuno per sé.

Selezionando la prima opzione, il totale sarà equamente diviso tra i partecipanti e le richieste di denaro saranno inviate automaticamente dall’applicazione.

3D Secure – Insieme alla carta fisica è arrivato di recente il 3D Secure. Questo standard di sicurezza è indispensabile per fare acquisti online sui siti web che lo richiedono. Quando si effettua un pagamento su internet, dopo aver immesso i dati della prepagata si riceve un codice via SMS da inserire per la conferma.

 

Costi e commissioni

Nella tabella che segue riassumiamo tutti i principali costi applicati da Yap sulle operazioni.

Registrazione e richiesta della carta

La registrazione avviene online con una procedura rapida. Si scarica l’applicazione, si inseriscono i dati anagrafici e per la verifica dell’identità di registra un breve video durante il quale deve essere pronunciata la “parola d’ordine” che appare sullo schermo.

Terminata la procedura si dovrà attendere la conferma di attivazione, che arriva nella maggior parte dei casi entro poche ore.

Quando si riceve la comunicazione di apertura dell’account, Yap è già utilizzabile attraverso la sua carta virtuale. Per poterla usare anche in negozio è necessario registrarla su Apple Pay (iOS) o Google Pay (Android).

Come anticipato, è ora possibile richiedere anche una carta fisica da usare sui POS non dotati di tecnologia contactless.

La richiesta avviene tramite app, toccando l’immagine della carta e selezionando la voce apposita che appare sul display.

A questo punto bisogna solo assicurarsi che l’indirizzo di spedizione sia corretto, per poi cliccare su Ordina carta.

Si paga in questo caso una spesa una tantum di 9.95 euro, mentre la spedizione non ha costi aggiuntivi né è previsto un canone di mantenimento. La carta virtuale è invece gratuita.

Come ricaricare Yap?

Nexi consente di ricaricare la propria carta Yap con diverse modalità, che elenchiamo di seguito.

Con altra carta – La prepagata può essere ricaricata istantaneamente con un’altra carta di pagamento dei circuiti MasterCard o Visa, mentre non si accetta American Express.

I dati della carta usata vengono registrati nell’applicazione, dunque per le ricariche successive non sarà necessario inserirli manualmente. Questo metodo è gratuito, non prevede alcun costo. Il taglio minimo di ricarica è di 5 euro.

ATM QuiMultiBanca – Con un tradizionale Bancomat è possibile ricaricare sugli sportelli automatici del circuito QuiMultiBanca. Si inserisce il Bancomat nell’ATM, si seleziona sullo schermo la ricarica di una prepagata, si inserisce il numero della propria carta Yap. Anche in questo caso la ricarica è istantanea e non ha costi, ma la ricarica minima è di 25 euro.

Bonifico bancario – Per aggiungere fondi con bonifico è sufficiente effettuarne uno verso l’IBAN associato alla carta, con beneficiario il titolare della stessa. È un metodo gratuito (salvo commissioni applicate dalla banca per il bonifico) e non prevede ricariche minime, ma è necessario 1 giorno lavorativo per l’accredito delle somme.

SisalPay e Banca5 – Questi sono sono i due metodi che permettono la ricarica in contanti. Sono disponibili nelle tabaccherie convenzionate e il trasferimento si verifica in maniera quasi immediata. Il taglio minimo è di 25 euro e l’operazione costa in entrambi i casi 2,50 euro.

Uso all’estero

Il circuito MasterCard è internazionale è permette di utilizzare la carta in tutto il mondo. A tal proposito, si consiglia tuttavia di non avventurarsi all’estero con la sola carta virtuale, che potrebbe non essere accettata ovunque, soprattutto fuori dall’area SEPA.

Quando si è in viaggio oltre i confini nazionali è sempre meglio avere la carta fisica a disposizione per evitare spiacevoli situazioni.

Per quanto riguarda la conversione di valuta, che si verifica quando si paga o si preleva in paesi non-Euro, il tasso di cambio adottato è quello del circuito MasterCard, al quale però si applica una maggiorazione del 2%.

COME LA UTILIZZO

In questi 6 mesi di utilizzo della carta ho testato diversi modi per usarla,per le spese programmate la ricarico gratuitamente con un bonifico,l’importo viene accreditato il giorno successivo mentre per le spese dell’ultimo minuto uso la mia carta di credito collegata al conto conto per effettuare una ricarica a costo 0 e avere subito disponibile l’importo.

Ho avuto modo di provare anche la ricarica P2P con un mio amico e anche in questo caso l’accredito è stato immediato.

Ora che conosci i vantaggi della Carta Yap hai due possibilità,o continuare ad usare Postepay o passare a Yap,a te la scelta.

Condividi su: