Manovra finanziaria 2020:Un maxi-piano anti evasione e POS obbligatorio

Condividi su:
Booking.com

Il piatto forte della manovra 2020 sarà il contrasto all’evasione fiscale: allo studio del Governo un piano articolato, che prevede diverse agevolazioni sui pagamenti elettronici (a partire dal taglio sulle commissioni POS e dalle sanzioni per gli inadempienti), il taglio delle detrazioni IRPEF in favore di bonus su prestazioni con fattura (es.: idraulico), il ricorso massiccio alla digitalizzazione per scovare gli evasori.

L’obiettivo  raccogliere risorse per finanziare la Legge di Bilancio stessa, disinnescando l’aumento IVA e inserendo misure per la crescita.

Pagamenti elettronici e POS

Per prima cosa sono in arrivo nuovi incentivi per acquirenti (sconti fiscali) ed esercenti (riduzione delle commissioni POS) sul fronte dei pagamenti elettronici: l’ipotesi è di azzerare le commissioni sulle transazioni fino a 5 euro riducendole in modo considerevole fino a 25 euro, con l’obiettivo di abbattere l’uso contante ed aumentare invece la tracciabilità delle operazioni, scoraggiando in pratica i pagamenti in nero.

Sul fronte POS, oltre all’abbattimento delle commissioni (misura che andrebbe incontro a una tradizionale richiesta dei commercianti), si pensa (finalmente) anche a sanzioni (vere) per chi non si dota del terminale per accettare pagamenti con carta. Tagliando le commissioni verrebbe meno la “scusante” storica.

Nel lungo periodo, si pensa poi alla card unica che integri carta d’identità, codice fiscale e tessera sanitaria (forse anche al patente), consentendo al contempo di associarsi al conto corrente bancario o postale per effettuare pagamenti, come fosse un bancomat. Ma è un progetto di là da venire. Per ora si pensa in concreto, soprattutto per fare cassa.

La strada, come visto, è principalmente quella degli incentivi (ad esempio sui pagamenti digitali). Ma, come visto, si studiano anche veri e propri interventi fiscali, ad esempio sul fonte delle agevolazioni.

SumUp:Il pos ideale per le attività e piccole medie aziende

Come funziona

L’azienda mette a disposizione due tipi di lettori,Air e 3G.

Air ha bisogno di uno SmartPhone o un Tablet per funzionare,scaricando la App disponibile sia per Android che per IOS permette al POS di elaborare la transazione.

3G a differenza dell’Air non ha bisogno di nessun collegamento,è dotato infatti di una Sim che permette il trasferimento dei dati.

Per chi è adatto

I Pos sono ideali per chi effettua interventi a domicilio e non vogliono limitare i propri pagamenti in contanti e alle piccole attività che vogliono ampliare i loro metodi di pagamento accettati e non vogliono ulteriori spese mensili per ricevere i pagamenti.

Quanto costa utilizzare questi POS

L’azienda,da sempre vicina alle necessità delle piccole attività ha eliminato i costi mensili,Paghi solo l’1,95% per transazione. Pagamento diretto sul tuo conto corrente. ogni settimana in automatico.

Quanto costano i lettori

Le due varianti di lettori hanno un prezzo veramente irrisorio,si va da  39€ per SumUp Air a 99€ per 3G SumUp.

La mia opinione

In questi 4 mesi di utilizzo ho avuto modo di testarlo,posso affermare che il POS SumUp è veramente fantastico,in qualunque circostanza,pratico e molto facile da utilizzare mi ha permesso di accettare pagamenti con ogni carta di credito e bancomat,con accredito sul mio conto corrente in brevissimo tempo,circa una settimana.

L’applicazione è semplicissima e permette in pochi click di effettuare la transazione in totale sicurezza per il cliente e per te.Lo consiglio a tutti coloro che svolgono lavori i mobilità e che non vogliono perdere clienti non accettando pagamenti con carte di credito.

Ora che conosci tutto su i POS non perdere altro tempo,ordinalo ed inizia ad accettare pagamenti con Carta di Credito e Bancomat,accedendo al sito di SumUp dal bottone verde che vedi in fondo a questo post otterrai subito uno sconto del 45% sull’acquisto di un pos SumUp.

 

Se hai dubbi o vuoi ulteriori chiarimenti lascia un commento o contattami.

Condividi su: