È in arrivo il bonus smartphone previsto dalla manovra. Il “kit digitalizzazione” è diretto alle famiglie con reddito Isee sotto i 20mila euro. L’emendamento che riguarda l’agevolazione dovrebbe approdare con il testo definitivo in Aula a Montecitorio il 22 dicembre. Il voto finale della manovra 2021 è previsto prima di Natale per poi passare al Senato per il via libera definitivo prima di Capodanno.

Il kit digitalizzazione permette di avere per un anno uno smartphone in comodato d’uso connesso a Internet con incluso l’abbonamento a due “organi di stampa” e l’app Io,il beneficio è concesso a un solo soggetto per nucleo familiare e per poter ottenere il kit bisogna avere lo Spid.

Per il bonus è previsto un finanziamento da 20 milioni di euro per il 2021. I nuclei familiari con un Isee inferiore a 20mila euro possono richiedere il telefono aderendo al Sistema pubblico d’identità digitale tramite Poste Italiane o altri identity provider abilitati.

Una condizione da rispettare è che la famiglia non sia titolare di un contratto di connessione internet e di un contratto di telefonia mobile,se la richiesta viene accettata, lo smartphone sarà concesso in comodato gratuito per la durata di un anno con incluso l’abbonamento a internet.

In più il pacchetto prevede l’abbonamento gratuito, sempre della durata di 12 mesi, a due giornali,lo smartphone verrà infine consegnato con l’app Io già installata. Io permette di accedere ai vari incentivi del governo come il cashback, il bonus vacanze o la lotteria degli scontrini.

I nuclei familiari richiedenti non possono ricevere più di un apparecchio.

Ma molti aventi diritto rischiano di restare esclusi dal ricevere lo smartphone se si supererà la spesa totale di 20 milioni, che dovrebbe essere stanziata,In sostanza saranno distribuiti circa 200mila telefonini nel 2021.

Ma la possibile platea dei potenziali beneficiari si aggirerebbe sui due milioni di nuclei familiari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *