• 6 Agosto 2020 11:55

Il Blog di Gino Santini

Internet non si sta più affiancando ai cosiddetti mainstream, ai telegiornali e alle televisioni, ma li sta lentamente sostituendo…

Dopo averlo utilizzato per una settimana ho deciso di recensire seppur con ritardo dato l’uscita datata Ottobre 2019 il gioellino Samsung S10 per scoprire se effettivamente Samsung è riuscita a recuperare il GAP nei confronti della concorrenza

Per questa recensione è stato usato un Samsung S10 con 8 GB di Ram e 128 GB di memoria.

Recensione Samsung Galaxy S10

Colpo Samsung Galaxy S10, S10 Plus e S10e: patch di marzo in Italia

CONFEZIONE

Interessante la confezione di Galaxy S10. All’interno troviamo un alimentatore 9V/1.67A, un cavo USB/USB-C, un adattatore da USB a USB-C e uno da microUSB e a USB-C. In più abbiamo anche qui le ottime cuffie AKG in-ear con i vari adattatori per le diverse misure dell’orecchio.

 

COSTRUZIONE ED ERGONOMIA

Galaxy S10 è l’ottima evoluzione di una famiglia di smartphone che da sempre (o quasi!) fa della qualità costruttiva un suo cavallo di battaglia. Abbiamo un profilo metallico lucido che chiude perfettamente un doppio vetro curvo. È robusto, ben disegnato e gli possiamo solo contestare solo di trattenere un po’ troppe impronte sul retro.

È relativamente compatto per i top di gamma attuali, seppur non si possa certo definire compatto in senso assoluto. I tasti fisici si premono bene anche se lo si sta utilizzando con una sola mano e lo smartphone rimane ancora una volta resistente ad acqua e polvere secondo gli standard IP68.

 

FOTOCAMERA

Samsung Galaxy S10 ha lo stesso trittico di fotocamere del fratello maggiore. Troviamo una fotocamera principale da 12 megapixel con apertura variabile ƒ/1.5-2.4 stabilizzata, una 16 megapixel ƒ/2.2 grandangolare e una 12 megapixel zoom 2x ƒ/2.4 stabilizzata. Con questa combinazione di fotocamere è possibile riprendere immagini molto diverse fra loro e grazie alla vostra fantasia potrete sicuramente trovare dei punti di vista molto particolari.

Ottima la qualità delle immagini, al top come ormai è Samsung da qualche anno. Molto buono l’intervento dell’HDR e non troppo invasivo il funzionamento dell’intelligenza artificiale. Le opzioni di scatto sono molte e spaziano dalla sfocatura dello sfondo, alle emoji in realtà aumentata, arrivando fino agli slow motion a 960fps. Gli scatti stupiscono non solo per qualità, ma anche per consistenza. Con buone condizioni di luce tutte le immagini risulteranno altamente godibili, con molti dettagli, non forzatamente nitide e con dei bei colori. E questo vale anche nelle situazioni di poca luce, con buone immagini, almeno finché vengono scattate con la fotocamera frontale. L’unica assenza una è una vera modalità notte, come in altri smartphone (vedi Huawei o Google).

Bene la fotocamera frontale da 10 megapixel ƒ/1.9 che permette di fare buoni selfie e che non vi farà sentire la mancanza del secondo sensore di S10 Plus, che a nostro parere ha quasi più una funzione estetica che di reale utilità. Molto bene anche i video. Risultano stabili e dai colori vivaci anche quelli in 4K a 60fps ed è anche possibile scendere al Full HD dove esiste una modalità super stabilizzata che, sacrificando un po’ di qualità, vi permetterà di fare dei video stabili con effetto cinema.

 

DISPLAY

Questo smartphone è dotato di un display Dynamic AMOLED da 6,1 pollici con risoluzione QHD+ (1440 x 3040 pixel). Si tratta del “classico” pannello con i bordi curvi di Samsung: bello, appariscente, luminoso, ma anche fedele nei colori. Se escludiamo la curvatura che ha solo un valore estetico (e quindi a qualcuno potrebbe non piacere), si tratta senza ombra di dubbio di uno dei migliori display in circolazione su di uno smartphone.

Supporta lo standard HDR10, ha una funzionalità per aumentare oltre “soglia” la luminosità per un breve periodo di tempo ed ha disposizione un funzionale always on display. Lo schermo può essere riattivato anche con un doppio tocco o sollevando lo smartphone. Oltre al lettore di impronte sotto al display abbiamo poi un’altra particolarità. Il foro in alto a destra che incastona l’unica fotocamera frontale.

 

HARDWARE

Rispetto a S10 Plus questo smartphone ha lo stesso hardware. Abbiamo il solito ottimo processore Samsung Exynos 9820 octa core da 2,73 GHz (a 8nm) e una GPU Mali G76 MP12. La RAM ammonta a ben 8 GB e abbiamo 128 GB di memoria interna, che diventano 512 nel taglio superiore. Questa memoria è sempre espandibile utilizzando una microSD, andando però a rinunciare alla possibilità di utilizzare una seconda nanoSIM.

Ottima la connettività: LTE fino a 2 Gbps, Wi-Fi 6 (ovviamente a doppia banda), Bluetooth 5.0, NFC, GPS assistito da GLONASS e Galileo e uscita video 3.1 tramite la porta USB di tipo C. Questa stessa porta permette allo smartphone di essere utilizzato come un PC tramite la piattaforma DeX quando questo viene collegato ad un monitor. Sempre presente il jack da 3,5 millimetri. Fra le assenze segnaliamo la porta ad infrarossi e la radio FM.

Sotto al display, nella parte più bassa, abbiamo poi un lettore di impronte digitali ultrasonico che permette di sbloccare lo smartphone in modo rapido e preciso, seppur l’assenza di un incavo fisico potrebbe qualche volta indurvi in errore.

 

BATTERIA

Dotato di una batteria da 3400 mAh. I risultati che può offrire sono ovviamente diversi in base al tipo di utilizzo che se ne fa e spaziano dall’arrivare senza problemi a fine giornata con un utilizzo medio, alla necessità di una ricarica verso l’ora di cena in caso di utilizzo più intenso.Personalmente mi sarei aspettato una maggior durata.

 

CONSIDERAZIONI FINALI

All’uscita di mercato il suo prezzo era di 929€, in linea con il resto della famiglia. 100€ più economico di S10 Plus, ma 150€ più caro di Galaxy S10e. Il prezzo è purtroppo quello di un top di gamma Samsung e il trend dell’ascesa continua sembra ormai segnato.Al momento della stesura di questo articolo è possibile acquistarlo a 600€

Abituato ad un Huawei P30 PRO che dopo un anno di uso intenso non da segni di cedimento,con un comparto fotografico mostruoso e una batteria che mi permette di arrivare a fine giornata con almeno il 40% di carica restante sono rimasto un po deluso.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *